ALESSANDRO NICOLI LOGO SITO WEB

Pubblicità su Telegram: potente strumento di web marketing

12 Gennaio 2021

Arriva la Pubblicità su Telegram, la ormai famosissima app sviluppata da Pavel Durov. A partire da questo 2021 e dopo aver sfondato quota 500 milioni di utenti (25 nell'ultima settimana), i canali di Telegram inizieranno a ricevere annunci per monetizzare e coprire i costi.

Quasi otto anni dopo il suo lancio iniziale e con oltre 500 milioni di utenti al , l' app di chat crittografata Telegram si trova a un punto di svolta: deve monetizzare la sua piattaforma o trovare un acquirente. In un post sul suo canale Telegram , Pavel Durov afferma che non vedremo mai la startup vendere a un'azienda come Facebook, ma a partire dal 2021, la società inizierà a pubblicare annunci per coprire alcuni dei suoi costi.

Ma non preoccuparti, se usi Telegram per inviare messaggi ai tuoi amici e familiari, non vedrai apparire annunci nelle tue conversazioni. Inoltre, tutte le funzionalità che attualmente puoi utilizzare gratuitamente rimarranno tali. "Riteniamo che la visualizzazione di annunci in chat private one-to-one o chat di gruppo sia una cattiva idea", ha affermato Durov. "La comunicazione tra le persone dovrebbe essere priva di pubblicità di qualsiasi tipo."

Vedrai gli annunci sono nei canali "one-to-many" pubblici e talvolta problematici di Telegram . Questi possono essere facilmente trascurati se utilizzi Telegram esclusivamente come app di chat. In genere sono gestiti da una persona o organizzazione e possono avere milioni di follower individuali. Agiscono più come un feed Twitter che come una conversazione SMS e, come Twitter, riceveranno il trattamento di pubblicazione degli annunci. Durov sottolinea che alcuni canali popolari visualizzano già annunci tramite piattaforme di terze parti per monetizzare i propri follower. "Gli annunci che pubblicano assomigliano a messaggi regolari e sono spesso invadenti", ha affermato Durov, aggiungendo che gli annunci proprietari in arrivo su Telegram rispetteranno la tua privacy e non danneggeranno l'esperienza utente dell'app.

Arriva Telegram Business per gli addetti al web marketing

La società prevede di introdurre varie funzionalità premium rivolte ai propri utenti aziendali e avanzati. Durov non ha fornito dettagli su come potrebbero apparire, ma ha detto che saranno pagati dagli stessi utenti.

Sul mio blog ho già avuto modo di parlare di un'altra applicazione famosa sviluppata da Durov, Vkontakte (social network russo), che in combinazione con Yandex (motore di ricerca russo) è stato sempre lo strumento principe per vendere ai russi (vedi articolo).

Potrebbe sembrare un ossimoro per una startup che afferma di essere focalizzata sulla privacy che poter monetizzare la sua piattaforma con annunci pur proteggendo i dati dei suoi utenti, ma una manciata di aziende è riuscita a farlo. Ad esempio, il browser Brave incentrato sulla privacy consente ai suoi utenti di optare per annunci preconfezionati e li premia per farlo con token (criptovaluta) che possono scambiare con valuta reale.

Sembra che Telegram abbia intenzione di adottare un approccio simile a quello di Brave. "Se Telegram inizia a guadagnare denaro, anche la comunità dovrebbe trarne vantaggio", afferma Durov. Come esempio di tale approccio, ha affermato che la società potrebbe vendere sticker premium, con gli artisti che li hanno creati ottenendo una parte delle vendite. In definitiva, afferma che i piani di monetizzazione dell'azienda non cambieranno troppo l'esperienza di Telegram. “Grazie alla nostra scala attuale, saremo in grado di farlo in modo non invadente. La maggior parte degli utenti difficilmente noterà alcun cambiamento. "

Come si fa pubblicità su Telegram?

Fino ad oggi era già possibile fare ads e affiliazioni di marketing, ma non era nulla di ufficiale. Anche se non hai un canale Telegram ora puoi promuovere la tua attività su altri canali Telegram. Ad esempio, in Russia, fa parte delle strategie di marketing di alcuni marchi famosi e meno famosi. Non stupirti mentre scorri un canale di Telegram con i meme per trovare la pubblicità di un brand famoso, da oggi tutto questo sarà realtà.

Puoi acquistare un post a pagamento nella maggior parte dei grandi canali Telegram. Gli amministratori di solito fanno pagare per 6, 12, 24 ore o giorni di pubblicazione. I post permanenti potrebbero non essere così utili poiché le persone visualizzano i nuovi post solo entro le prime 24 ore dalla pubblicazione. Il prezzo della pubblicità sul canale Telegram può variare da 10 € a 1000 € e più. Il prezzo dipende può variare in base a diversi fattori.

Pavel Durov si appresta a diventare il paladino della privacy digitale e pian piano fornirà strumenti di marketing che ipoteticamente saranno completamente diversi da tutti gli altri che conosciamo e legati al "topic", sarà compito dei bravi digital strategist scegliere il canale giusto dove cominciare a pubblicare le pubblicità di telegram.

Vuoi ricevere assistenza?

Alessandro Nicoli

Sono un appassionato di web design, coworker e fondatore fondatore di Hubgency. Seguo imprese individuali, pmi e start-ups nelle campagne di comunicazione e nella realizzazione delle strategie di web Marketing. Ti aspetto al Megahub di Schio.

Canali Social

Hai bisogno di aiuto?

Se necessiti di un aiuto non esitare a chiedere. Contattami, sarà un piacere esaminare la tua richiesta e fornirti una risposta quanto prima.
Foto Alessandro Nicoli digital marketing web design cava de tirreni agropoli

Ciao!

Con chi ho il piacere di parlare?
Blank Form (#27)
Cosa faccio
Seguo le aziende nei loro progetti, studio gli obiettivi fissati e strutturo la strategia web per raggiungere la meta. Scelgo gli strumenti adeguati, formo il personale, coordino le attività web per rappresentare meglio i tuoi servizi, i tuoi prodotti, la tua filosofia.
Contatti
Alessandro Nicoli Web Agency
Tel: +39-(349)-10-65-911
Email: info[at]alessandronicoli.com

© 2023  · Alessandro Nicoli | Digital Marketing | Consulente E-commerce
P.IVA 03930030246
Link Utili
Official IBQMI Accredited Training Partner®
AN-Consulting is a registered
IBQMI Accredited Training Partner®
Privacy & cookie policy
magnifiercrossmenuarrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram