PWA: l'App economica e scalabile

17 Novembre 2022
condividi

PWA: Sempre più aziende, anche piccole, sentono la necessità di avere la propria "App".. e io dico sempre"PWA"! Ovviamente bisogna spiegare ai miei clienti di cosa si tratta e come si usa, ma il risultato è quasi sempre sorprendente sia per me che per loro. Il tuo e-commerce potrà essere installato come un app sul dispositivo dei tuoi clienti.
Cosa sono le PWA (Progressive web app)? È un modo nuovo ed entusiasmante per creare applicazioni mobili che funzionano sia su desktop che su dispositivi mobili.

Le Progressive Web App (PWA) sono siti Web che si comportano come app mobili native. Si caricano rapidamente, hanno un bell'aspetto e si sentono proprio come una vera app. Le PWA utilizzano anche tecnologie moderne come service worker, notifiche push e sincronizzazione in background per fornire un'esperienza senza soluzione di continuità su tutte le piattaforme. Ho scelto di creare un PWA come app ufficiale di un progetto turistico legato al modo di vivere e dove investire ad Agropoli, in Cilento (Case in vendita Agropoli - le 5 Zone Migliori)

Perché dovresti preferire una PWA ad una classica App

Ci sono diversi motivi per cui le persone dovrebbero prendere in considerazione l'utilizzo di PWA invece delle tradizionali app mobili. Innanzitutto, le PWA sono molto più veloci delle tradizionali app mobili perché non richiedono il download e l'installazione di un'applicazione. In secondo luogo, le PWA sono più sicure perché vengono eseguite all'interno del browser e non possono accedere ai dati personali memorizzati sul dispositivo. In terzo luogo, le PWA sono più facili da aggiornare perché possono essere aggiornate direttamente tramite il browser. In quarto luogo, le PWA sono più adatte per gli utenti che preferiscono navigare in Internet piuttosto che scaricare e installare un'app. Infine, le PWA sono più accessibili perché sono accessibili a chiunque disponga di uno smartphone, indipendentemente dal fatto che possieda o meno un sistema operativo mobile.

PWA-app-mobile-per-ecommerce

Costo di sviluppo e manutenzione di una PWA

A causa di questa semplice scalabilità, un vantaggio delle PWA è che possono essere significativamente più economiche da sviluppare rispetto alla creazione di un'app nativa. Le app native in genere non si adattano perfettamente su diversi dispositivi e dimensioni dello schermo, quindi probabilmente andrebbe creata una versione adatta per ogni dispositivo che prevedi di supportare. Una PWA si comporta come un sito Web ed è alimentata dal tuo browser, quindi può essere reattiva e adattarsi a funzionare su qualsiasi dispositivo. Quando scegli un'app nativa, dovrai anche creare app separate per iOS e Android.

Saranno quindi necessarie ulteriori risorse economiche o e di tempo per aggiornare e mantenere ogni versione supportata nei rispettivi app store, generalmente utilizzando linguaggi di programmazione totalmente diversi. A seconda dello scopo generale e della complessità dell'app, ciò può richiedere molto tempo e denaro. Al contrario, le PWA progressive hanno una base di codice adatta a più piattaforme e dispositivi, il che rende più facile e meno costoso lo sviluppo o la manutenzione. Anche l'aggiornamento di un'app nativa può richiedere molto tempo ed essere impegnativo. Dovrai far approvare ogni aggiornamento della tua app nello store e dovrai anche aggiornare ogni versione dell'app. Sapere come sono gli utenti di dispositivi mobili non semplifica le cose. Le persone non aggiorneranno le loro app contemporaneamente, quindi è del tutto possibile che tu abbia diverse versioni della tua app tutte disponibili contemporaneamente, il che può creare confusione.

Una PWA conviene

Con un'app nativa, oltre a dover creare versioni separate per ogni piattaforma, dovrai anche inviarle a vari app store, mantenere le schede dello store e gestire le recensioni degli utenti. Inoltre, ogni volta che aggiungi nuove funzionalità a un'app nativa, dovrai inviare nuovamente la versione aggiornata agli app store per l'approvazione. Quindi i tuoi utenti dovranno eseguire l'aggiornamento alla nuova versione. L'Apple App Store e il Play Store di Android sono le due maggiori opzioni, ma non sono le tue uniche scelte. Hai anche Windows Store e Amazon App Store da considerare, Huawei Gallery.... A seconda dello scopo e della piattaforma dell'app, potresti voler inviare l'app ad altri app store come Samsung Galaxy Store, Apptoid e F-Droid. Devi assicurarti che la tua app sia in grado di soddisfare una serie di requisiti se vuoi essere pubblicata e su Apple store sono molto restrittive.

In alcuni casi, potresti anche dover pagare per registrare il tuo account sviluppatore. Le PWA aggirano tutti questi ostacoli. L'unica cosa che i tuoi utenti devono avere è un browser web e il tuo URL. Ciò rende molto più facile per la tua app essere accessibile a un pubblico più ampio. Con una PWA di solito puoi aggiornare e distribuire le tue modifiche senza approvazione o installazioni aggiuntive da parte dei tuoi utenti perché gli aggiornamenti vengono attivati ​​​​all'istante. Ciò rende le PWA più convenienti, lo sviluppo è meno complesso e si bypassano alcuni passaggi fastidiosi per te e per i tuoi utenti.

Questo non vuol dire che i gli app store online siano una brutta cosa. In effetti, sono questi severi requisiti che impediscono la pubblicazione di molte applicazioni di scarsa qualità o dannose.

Avere app pubblicate su queste vetrine può aumentare l'affidabilità generale di un'azienda agli occhi dei propri clienti. Inizialmente potrai scegliere una PWA, fidelizzare il pubblico, analizzare il traffico e l'uso fatto dell'app e successivamente scegliere di passare sugli store ufficiale. È anche possibile che i Web Store promuovano l'app per te. Essere presenti in un app store può darti un aumento delle vendite e un modo rapido per aumentare la consapevolezza del marchio.

SEO e possibilità di essere trovati sul web

Le app native non possono essere indicizzate, quindi il loro contenuto non può essere elencato nelle SERP (pagine di ricerca) di motori di ricerca come Google, Yandex, Yahoo e simili. Gli app store forniscono una pagina di "elenco" delle app che può essere indicizzata, ma hai una flessibilità limitata sul contenuto della pagina dell'elenco. Questo costringe davvero le aziende a fare affidamento sull'essere trovate tramite l'app store. Ci sono una serie di fattori che influenzano la rilevabilità delle app che è essenzialmente SEO per l'app store o ottimizzazione dell'app store (ASO). Ti coinvolgerà nella ricerca di parole chiave, nella scrittura di una buona descrizione e di un titolo ottimizzato, comprese immagini accattivanti e nell'ottenere recensioni positive. Dovrai catturare buoni screenshot, pubblicare la tua app nelle categorie giuste e contattare terze parti in modo da poter ottenere buone recensioni e download.

Tutto ciò richiederà molto tempo e ti costerà ancora di più. Se ti impegni a ottimizzare la scheda dell'app store e ottieni un numero costante di recensioni e download nel tempo, gli utenti troveranno facilmente la tua app. Detto questo, ci sono milioni di app sui web store di Windows, Apple e Google. È fondamentale che la tua app sia facile da notare, preziosa e unica se vuoi distinguerti dalla massa. Le PWA invece funzionano proprio come un sito web, il che significa che puoi essere indicizzato da un motore di ricerca. Questo comporta una serie di sfide, ma quando confronti una PWA con una normale app, scoprirai presto che puoi classificarti in un modo molto simile, anche se con un metodo diverso.

Mentre ti perderai il potenziale di essere presente nella pagina dei caratteri di un App Store, avrai un controllo molto maggiore sulla SEO e le tue capacità di ricerca di Google possono probabilmente rendere la tua applicazione più rilevabile. Come accennato in precedenza, ci sono passaggi che puoi eseguire per classificare la tua app nativa. Lo stesso concetto si applica alla tua PWA. Devi implementare una struttura SEO che sarà molto simile a quella del tuo sito web. Devi evitare contenuti duplicati e devi anche prestare attenzione a eventuali hashtag, poiché Googlebot non presterà attenzione né indicizzerà nulla che venga dopo questo simbolo.

Per gli utenti: la differenza tra PWA e app native

Quindi ora che conosci la differenza tra app PWA e app native dal punto di vista dello sviluppatore, è tempo di passare alle differenze dal punto di vista dell'utente. Molto spesso anche io mi trovo su siti web che hanno la loro web abb ed essendo su sistema operativo Ubuntu (Linux), non trovo app installabili sul mio desktop, quindi i siti web che adottano la strategia di utilizzo delle web app mi facilitano la vita, nonché guadagnano visiti, nel caso degli e-commerce, vendite!

Al fianco della cartella home ci sono 4 progressive web app installate dal browser

Quando scegliere una PWA al posto di un'App nativa

Quindi, ora che sai cos'è una PWA, in quali situazioni trarrai vantaggio dalla scelta di una PWA? Se hai un sito di e-commerce e vuoi provare a coinvolgere meglio i tuoi clienti o acquisirne di nuovi, ma non hai le risorse per sviluppare e mantenere più applicazioni su diverse vetrine, una PWA può aiutarti a migliorare la tua strategia e fidelizzazione dei clienti.

Un'app PWA sarebbe anche una buona soluzione se vuoi che la tua app raggiunga molte persone in un lasso di tempo molto breve. Le PWA sono l'ideale se sei già in grado di raggiungere un numero considerevole di persone con i tuoi canali di distribuzione esistenti, poiché è facile per te un collegamento URL o persino guadagnare una funzione sui risultati di ricerca di Google. Se sei un'azienda giovane e desideri un'app molto semplice per favorire il coinvolgimento dei tuoi utenti, le PWA non richiedono alcun download o installazione, ma ti consentono comunque di interagire con i clienti tramite cose come le notifiche push. Se hai bisogno di una semplice app che funzioni tutti dispositivi, allora una PWA è probabilmente la scelta giusta per te grazie alla loro scalabilità e al minor costo di ingresso per la tua azienda.

Quando dovresti optare per un'app nativa al posto di una pwa

Dovresti pensare di investire in un'app nativa se disponi di un prodotto complesso che beneficerà di un maggiore controllo sul dispositivo mobile di un utente, ad esempio app bancarie, o anche social media e piattaforme di incontri. Queste app devono offrire un livello più profondo di coerenza su tutta la linea, quindi il tuo team trarrà vantaggio dalle opzioni aggiuntive offerte dalla creazione di un'app nativa. Un'app nativa è preferibile quando si creano app ad alta sicurezza che gestiranno cose come i dati sensibili dei clienti in settori come finanza, salute o banche. Per fornire una quantità adeguata di sicurezza, è necessario il controllo avanzato fornito con un'app nativa.

Se consideri la velocità e l'interfaccia utente un fattore chiave per i tuoi utenti, un'app nativa sarebbe un'opzione migliore. Un'app nativa ti aiuterà a ottenere un tempo di caricamento molto più rapido poiché utilizza direttamente il sistema operativo del dispositivo e non è affatto vincolata dalla qualità della connessione Internet o dal sistema operativo del dispositivo. Questo è particolarmente vero se stai sviluppando app che si basano su una bassa latenza, come giochi o messenger.

La credibilità è un altro motivo per cui vorresti prendere in considerazione un'app nativa. Se vuoi creare credibilità per il tuo brand, avere un'app di alta qualità pubblicata su uno dei migliori store di Apple, Google o altri ti aiuterà ad aumentare la tua affidabilità agli occhi dei clienti. Molte persone al giorno d'oggi vogliono provare a sfruttare le ultime funzionalità dello smartphone. Le app native sfruttano molto meglio le funzionalità del dispositivo come geofencing, rilevamento dei sensori e altro ancora.

Qual è la scelta migliore, PWA o App?

Molti grandi marchi, tra cui Starbucks, Twitter e Uber, hanno tutti scelto di inserire le PWA nella loro strategia web marketing. Dovresti seguire il loro esempio? Ci sono molti vantaggi nell'usare una PWA rispetto ad un'app nativa, ma ci sono anche vantaggi nell'usare un'app nativa su una PWA. Tutto si riduce all'app che stai creando e alle esigenze che devi soddisfare. Ecco perché le aziende che abbiamo delineato sopra hanno scelto di offrire entrambi, in modo da poter soddisfare le esigenze dei propri utenti in modo olistico.

Se vuoi provare a creare qualcosa che sia veloce e facile da configurare, allora una PWA sarebbe la strada da percorrere, ma se vuoi qualcosa che serva il tuo brand mentre invii segnali di fiducia, allora potrebbe essere che un l'app nativa è la strada da percorrere. Quando esplori idee come questa, scoprirai presto che puoi scegliere quella giusta per te. Se hai bisogno di ulteriore aiuto per scegliere quale tipo di app è giusto per te, ti aiuta a concentrarti sul tuo pubblico di destinazione in modo da poter scoprire di quali vantaggi hai bisogno per trarne il massimo vantaggio. Piccole cose come questa possono davvero aiutarti a sentirti sicuro della tua decisione e ti aiuteranno anche a ottenere il massimo quando si tratta di traffico, coinvolgimento e vendite.

sviluppare-un-progetto-digital-marketing

Fai volare il tuo sito

Sviluppa la tua PWA
CONTATTAMI

Potrebbe interessarti

Realizzare un E-commerce con Shopify (guida passo passo)

Il periodo pandemico ha visto l'esplosione di negozio online, molti di questi sono nati grazie a Shopify. La Realizzazione di un e-commerce grazie a questo software è davvero alla portata di tutti, grazie a strumenti per gli sviluppatori gratuiti si ha la possibilità di poter creare in tutta semplicità un e-commerce. Attenzione, creare un e-commerce, […]

Read More
Voucher Digitali i4.0 a Salerno: scopri come accedere

"Sono beneficiarie del bando voucher digitali i4.0 micro, piccole o medie imprese con sede nel territorio della Camera di Commercio di Salerno." Questa è un'ottima notizia per tutte le aziende del Salernitano e anche dell'avellinese, una misura che può permettere alle aziende di fare quel passo in avanti per restare al passo con il cambio […]

Read More
Perché un negozio online è un'ottima scelta per ogni commerciante

Alla base di ogni attività commerciale ci deve essere un principio fondamentale: una buona idea che soddisfi bisogni reali delle persone, solo avendo questo approccio il vostro progetto di vendita digitale avrà senso di esistere. Un'altra cosa importante che dovete tenere presente è che se non vi sentite pronti ad essere venditori offline non lo […]

Read More
Come è cambiato l'e-commerce negli ultimi anni

Nel corso dell'ultimo decennio le piattaforme di e-commerce si sono lentamente introdotte nella nostra vita quotidiana e l'hanno cambiata in radicalmente (in meglio o in peggio). I progressi tecnologici e la diffusa prevalenza della connessione a Internet hanno reso il commercio online una delle più grandi aree di mercato e di opportunità. Le vendite globali […]

Read More
Vendere online senza e commerce

Vendere online senza e commerce è possibile? La risposta è ovviamente sì. Vediamo per quali motivi alcune persone sono spinte alla scelta di questo tipo di soluzione. Per aprire un e-commerce è assolutamente necessario: Aprire una partita IVA Iscriversi al registro delle imprese Comunicare l'inizio dell'Attività Aprire posizioni fiscali e previdenziali Prevedere la realizzazione di […]

Read More
Come Aprire un e commerce: guida completa

Come aprire un e commerce è la domanda che che molti si pongono solo ora che viviamo nell'era delle restrizioni dovute alla pandemia del conorovirus. Questo articolo non si concentrerà solo sull'e commerce, si concentrerà sulla necessità primaria della gestione del contatto, toccherò tutti quegli aspetti che sono la normalità del rapporto commerciale tra venditore […]

Read More
Come vendere online senza e-commerce con Revolut

Vogliamo vendere online ma non vogliamo spendere tempo e denaro nella creazione di un e-commerce perché abbiamo da vendere pochissime e inoltre non vogliamo perdere molto tempo... ma tutto questo è possibile? E soprattutto, possiamo farlo online? La risposta è SÌ! Possiamo farlo con l'App che sta conquistando gran parte dell'Europa ma in Italia è […]

Read More
Pagamenti Bitcoin: come accettarli sull'ecommerce

I pagamenti bitcoin sono possibili? La prima risposta rapida che possono fornirvi è sicuramente "Certo che sì" "Per ricevere pagamenti in Bitcoin è sufficiente mostrare il codice QR nella tua app wallet Bitcoin e consentire alla controparte di scansionare il tuo smartphone, oppure far toccare i due smartphone (usando la tecnologia radio NFC)." Questo è quanto scritto sul sito ufficiale di […]

Read More
Bitcoin ecommerce: Perché le criptovalute potranno essere fondamentali per il commercio

Criptovaluta, e in particolare Bitcoin, in questo 2020 stanno catturando l'attenzione di tantissime persone e aumentano gli Endorsments di personaggi più o meno famosi (da Gianluca Vacchi ad Elon Musk). Va detto invece che c'è una'ampia discussione dietro le componenti tecniche della tecnologia blockchain relativamente al settore dell'Ecommerce "Le valute digitali come Bitcoin stanno aiutando […]

Read More
Whatsapp Business: 7 motivi per cui utilizzarlo

Whatsapp Business , software della famiglia Facebook al pari di Instagram, è da un bel po' che è presente negli app store Google e Apple, ma cosa è quali sono le differenze con il nostro classico profilo di whatsapp business? Dobbiamo innanzitutto partire da un evento molto importante che ha reso whatsapp business molto più […]

Read More
Lo Stato non incentiva l'e-commerce italiano e favorisce i big

Questo 2020 caratterizzato dalla pandemia poteva essere un'occasione per le aziende italiane di affacciarsi al mondo dell'e-commerce. Non sarà certo incentivando l'utilizzo di monopattini elettrici che il paese può ipotizzare di mettere in moto l'economia, non è certo con incentivi per l'acquisto di dispositivi elettronici che si avvia la rivoluzione digitale italiana. Non avendo pensato […]

Read More
Covid 19: L'E-commerce e le PMI in questo momento difficile

Covid 19 e E-commerce e PMI, sul primo non era abituato nessuno, sul secondo argomento in tanti abbiamo conosciuto nel tempo cosa sia, l'abbiamo utilizzato. Nel caso mio,ho cominciato anni fa con e-bay, eravamo forse ad inizio anni 2000. L'e-commerce, che addirittura in America è riuscito a mettere in ginocchio catene di supermercati come Macy's […]

Read More
E-commerce e il day after del coronavirus

E-commerce: abbiamo visto che il coronavirus ha fatto crescere la necessità di ricevere la spesa quotidiana a casa. Già dagli inizi del 2020 in effetti molti punti vendita hanno spinto attraverso delle promozioni a preferire di farsi inviare la spesa a casa. Beh, sappiatelo, questa è una forma di e-commerce che era ancora un taboo, […]

Read More
E-commerce: ma è vero che fa chiudere i negozi?

L'e-commerce è visto molto spesso come uno spauracchio mostruoso, uno strumento che fa chiudere i negozi... Certo è vero che i negozi chiudono, un esempio reale che può farsi è quello della Bose. Vediamo cosa c'entra Bose, la chiusura dei suoi punti vendita e l'ecommerce. Bose prevede di chiudere la sua intera catena di negozi […]

Read More
Ciao,  sono un consulente di web marketing, mi occupo della realizzazione di siti web e di e-commerce, lo faccio con l'occhio da "utente" da circa 10 anni
condividi

Hai bisogno di aiuto?

Se necessiti di un aiuto non esitare a chiedere. Contattami, sarà un piacere esaminare la tua richiesta e fornirti una risposta quanto prima.
Cosa faccio
Seguo le aziende nei loro progetti, studio gli obiettivi fissati e strutturo la strategia web per raggiungere la meta. Scelgo gli strumenti adeguati, formo il personale, coordino le attività web per rappresentare meglio i tuoi servizi, i tuoi prodotti, la tua filosofia.
Contatti
Alessandro Nicoli Web Agency
Tel: +39-(349)-10-65-911
Email: info[at]alessandronicoli.com

© 2022 · Alessandro Nicoli | Web Designer | Consulente Web Marketing ·
P.IVA 03930030246
© Alessandro Nicoli 2022
whatsapp-chat-alessandronicoli
crossmenuarrow-right