E se domani facebook... la domanda di molti miei clienti.

5 Ottobre 2021

Cosa ha suscitato questo terrore nei miei clienti?

Il 4 Ottobre rimarrà nella storia come il giorno Facebook è andato in blackout. Poco meno di 6 ore che in realtà sono un tempo lunghissimo e E se domani facebook non funzionasse di nuovo, e se domani facebook non esistesse più?

La scorsa notte il gigante dei social media Facebook ha subito un'interruzione globale che è durata alcune ore. WhatsApp, Instagram, Facebook sono andati tutti fuori uso poiché gli utenti hanno faticato ad accedere o utilizzare le popolari app di social media. La caduta dell'interruzione ha portato il CEO di Facebook Mark Zuckerberg a "perdere" miliardi di dollari. Secondo un rapporto di Bloomberg, il prezzo delle azioni di Facebook è sceso del 5%. Con il calo del prezzo delle azioni di Facebook, ha influito sul patrimonio netto stimato del CEO dell'azienda. Secondo il rapporto, il patrimonio netto stimato di Zuckerberg è sceso a $ 121,6 miliardi, circa $ 6 miliardi in meno rispetto all'inizio della giornata. Nel Bloomberg Billionaires' Index, Zuckerberg è sceso al quinto posto.

Il patrimonio netto di Zuckerberg è sceso di 6 miliardi di euro

La società ha anche affermato che nessun dato utente è stato effettivamente compromesso durante i tempi di inattività, escludendo la possibilità di un attacco informatico. In un post ufficiale sul blog, Facebook ha affermato che "I nostri team di ingegneri hanno appreso che le modifiche alla configurazione sui router dorsali che coordinano il traffico di rete tra i nostri data center hanno causato problemi che hanno interrotto questa comunicazione. Questa interruzione del traffico di rete ha avuto un effetto a cascata sul modo in cui il nostro i data center comunicano, interrompendo i nostri servizi”.

Di cosa hanno paura i miei clienti?

I miei clienti hanno paura che non potranno più utilizzare lo strumento per le pubblicità di facebook, che ovviamente funziona molto bene, altrimenti l'aziende non sarebbe attualmente appartenente al quinto personaggio più ricco al mondo.

È innegabile che molti dei successi commerciali delle aziende con cui ho collaborato hanno avuto un gran beneficio dell'utilizzo del social di Menlo Park, ma probabilmente un'azienda non può dipendere solo da un fornitore.

E allora dobbiamo fare solo campagne SEM o SEO?

Ecco, la domanda alla quale ho dovuto rispondere subito dopo è questa... In pratica mi hanno chiesto se oramai le campagne di social network fossero arrivate ad un bivio. La risposta è stata molto semplice: NO!

No, perché facebook non è l'unico social, anzi, per alcuni target generalisti c'è un social che è in crescita e ha un target di età nella fascia over 35 (quella che io amo chiamare "rete 4"), questo social è Vkontackte, social network russo fondato da Pavel Durov (fondatore della piattaforma chat telegram).

vendere ai russi online
Per il mercato russo sarebbe impensabile non utilizzare Vkontackt e Yandex

Solo Vkontackt come alternativa?

Certo che no... ovviamente per fare campagne bisogna aver chiaro il proprio target di riferimento. Molte dei miei clienti oggi non hanno bisogno di andare su facebook, semplicemente perché vendono in paesi dove il social non è forte, oppure su una fascia d'età in cui questo social (compreso instagram e whatsapp) non ha fatto molta breccia.

Se spostassimo l'attenzione sui giovani, target molto giovane, probabilmente sarebbe inutile usare facebook. Uno degli strumenti più utile sarebbe lo strumento ADS Tik Tok.

Esistono pur sempre le campagne di Google, come le Campagne Yandex Search Engine, esiste la SEO organica fatta di ricerche volumi di ricerca mensili... ma alla base di tutto esistono le idee.

Esistono alternative, strumenti per la marketing automation e tanto altro

Questa situazione dovrebbe farci ragionare su una cosa: se un giorno un social non ci darà più la possibilità di promuoverci noi non possiamo smettere di pensare di fare campagne di marketing .

Innanzitutto è importante gestire bene i contatti del proprio database e preparare una buona strategia di lead nurturing, andiamo a creare un pubblico consapevole tra tutti i nostri lead (persone potenzialmente interessate ad un prodotto o servizio).

Esistono poi nuove forme di "aggregazione virtuale", social o siti di nicchia che portano avanti una strategia di "decentralismo", ovvero, evitare l'accentramento di potere nelle mani di pochi.

Come sopravvivere ad una capitolazione di qualsiasi strumento.

Guardare sempre i dati da ogni fonte possibile ed immaginale, cercare di capire quale strumento è attualmente ideale per i vostri affari. Se pensate di avere una buona idea, innovativa, mettetela subito in campo.

Ciao,  sono un consulente di web marketing, mi occupo della realizzazione di siti web e di e-commerce, lo faccio con l'occhio da "utente" da circa 10 anni
PRENOTA UNA CALL

Hai bisogno di aiuto?

Se necessiti di un aiuto non esitare a chiedere. Contattami, sarà un piacere esaminare la tua richiesta e fornirti una risposta quanto prima.
Cosa faccio
Seguo le aziende nei loro progetti, studio gli obiettivi fissati e strutturo la strategia web per raggiungere la meta. Scelgo gli strumenti adeguati, formo il personale, coordino le attività web per rappresentare meglio i tuoi servizi, i tuoi prodotti, la tua filosofia.
Contatti
Alessandro Nicoli Web Agency
Tel: +39-(349)-10-65-911
Email: info[at]alessandronicoli.com

© 2021 · Alessandro Nicoli | Web Designer | Consulente Web Marketing ·
P.IVA 03930030246
© Alessandro Nicoli 2022
menuarrow-right